fbpx

Rete Mille Infrastrutture e Leonardo in partnership con ANCI per lo sviluppo di sistemi di monitoraggio

Rete Mille Infrastrutture, Leonardo ed ANCI, Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, hanno siglato un protocollo di intesa, volto ad abilitare un dialogo continuo e strutturato che permetta agli oltre 7.100 Comuni italiani di incrementare la conoscenza delle potenzialità applicative dei sistemi di monitoraggio per le infrastrutture viarie, ambientale e per i beni culturali.

Nel dettaglio, la partnership tra Rete Mille Infrastrutture, Leonardo ed ANCI copre il monitoraggio delle infrastrutture viarie dei Comuni, nonché il monitoraggio dell’ambiente e dei beni culturali.

Nel complesso, l’intesa promuove e sostiene il potenziamento della capacità dei Comuni per l’avvio delle attività di classificazione e gestione del rischio legato all’ambiente e allo stato dei beni culturali nonché al monitoraggio delle opere d’arte (ponti, viadotti, gallerie, rilevati, cavalcavia e similari), grazie all’implementazione di soluzioni tecnologiche adeguate alla pluralità delle strutture da monitorare.

Nel protocollo sono contenute le azioni congiunte che Rete, Leonardo e ANCI potranno attuare in maniera sinergica.

Identificare i gap tecnologici, condividere le soluzioni sistemistiche con omogeneizzazione delle progettualità dei diversi Comuni e definire un piano temporale degli interventi che risponda a requisiti di breve, medio e lungo termine, sono le tappe che rappresentano la road map dell’intesa.

Il Protocollo prevede, infatti, un dinamico ed efficacie coordinamento tra le parti coinvolte,
finalizzato ad identificare e sperimentare nell’ambito della presente collaborazione soluzioni
tecniche innovative a supporto delle attività di classificazione, monitoraggio e gestione del rischio delle infrastrutture ed opere d’arte, favorendo una consapevole attenzione e migliore competenza di ANCI, e per suo tramite degli Enti.

In particolare, la Rete Mille Infrastrutture, aggregando oltre 80 aziende e 40 università ed istituti di ricerca su tutto il territorio italiano, si identifica come una filiera nazionale altamente specializzata interlocutore tecnologico d’eccellenza per affrontare e risolvere ogni complesso problema relativo al controllo e monitoraggio delle infrastrutture critiche.

Le competenze distintive e il mix innovativo di tecnologie possedute, attraverso la realizzazione di una piattaforma che assicura il monitoraggio continuo, statico e dinamico di ponti, viadotti e gallerie, verranno poste al servizio dei comuni italiani per stimolare e promuovere lo sviluppo del territorio del Paese.

Leonardo, azienda italiana leader nel settore dell’aerospazio, difesa e sicurezza, metterà a fattor comune le proprie capacità distintive nell’alta tecnologia applicata alla protezione dei cittadini, del territorio nonché al monitoraggio ambientale.

Saranno utilizzate soluzioni e applicazioni di osservazione della Terra da satellite, le capacità computazionali del supercalcolatore Davinci-1 e le piattaforme cyber secure by design di comando, controllo e supporto alla decisione, in grado di acquisire, analizzare e correlare i dati raccolti da sensori eterogenei per fornire una fotografia aggiornata in modo continuativo dello stato dell’ambiente, delle opere d’arte e dei beni culturali.

Fonte e foto @Leonardo Press Office-Media Hub

Articolo precedente

A Bari inaugurato il nuovo Centro Innovazione e Sviluppo di Isotta Fraschini Motori del Gruppo Fincantieri

Prossimo articolo

Missili HARM ed AMRAAM per gli F-16 di Taiwan

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie