fbpx

Rientra in Australia l’E-7A Wedgetail della RAAF rischierato in Europa

Il velivolo da sorveglianza e scoperta radar precoce Boeing E-7A Wedgetail della Royal Australian Air Force inizierà il suo ritorno in Australia questa settimana, a conclusione del dispiegamento europeo della durata di sei mesi, nell’ambito della operazione Kudu attivata dal Governo di Canberra a supporto della NATO a seguito dell’aggressione russa all’Ucraina del febbraio 2022 e tutt’ora in atto.

Il Wedgetail australiano ha sostenuto lo sforzo multinazionale di fornire la sorveglianza e l’allarme radar precoce per individuare e tracciare potenziali minacce provenienti dalla Russia al di fuori dell’Ucraina.

Fornendo un’opzione di risposta rapida, il contingente E-7A Wedgetail della RAAF ha volato per circa 250 ore con missioni di durata media di cinque ore in volo. La missione ha coinvolto fino a 100 membri del personale dell’Australian Defence Force (ADF) schierati presso la base aerea di Ramstein, in Germania, a sostegno dell’operatività dell’E-7A.

A conclusione del dispiegamento il capo delle operazioni congiunte, il Tenente Generale Greg Bilton, ha voluto applaudire il lavoro svolto dal personale dell’ADF a sostegno della protezione di un passaggio vitale per l’assistenza umanitaria e militare internazionale in Ucraina, a supporto di Paesi Alleati e partner dell’Australia.

Da parte sua il Capo di Stato Maggiore della RAAF, il Maresciallo dell’Aria Robert Chipman, ha dichiarato che l’E-7A Wedgetail è uno dei sistemi di allarme precoce aviotrasportati più avanzati al mondo ed è adatto al compito di fornire supporto alla sicurezza internazionale, complimentandosi con il personale della Forza Armata sotto il suo comando per il comportamento tenuto in questi mesi di operazioni ben lontano da “casa” e dalle basi di appartenenza.

Con il rientro in Australia del Wedgetail della RAAF non si conclude l’impegno europeo di Canberra che prosegue con l’addestramento impartito ai militari ucraini da una novantina di istruttori delle ADF nel Regno Unito nel corso del corrente anno, nell’ambito dell’operazione Kudu svolta d’intesa con il Governo di Londra; l’addestramento fornito dagli Australiani si concentra sulle tattiche di base della fanteria per operare in ambienti urbani e boschivi.

Fonte Ministero della Difesa Australiano

Foto @Ministero della Difesa Australiano/CPL Nicole Dorrett

Latest from Blog

Ultime notizie