sabato, Ottobre 23, 2021

Rifornimento in volo tra drone MQ-25 ed F-35C

-

Il programma Unmanned Carrier Aviation (PMA-268) della Marina ha completato il suo primo rifornimento aereo di un aereo F-35C Lightning II da parte dei un MQ-25 di proprietà di Boeing, T1, come parte della più ampia iniziativa della Marina per mettere in campo sistemi senza pilota che trasformano e migliorano la capacità e la letalità della flotta.

Il team integrato della Marina e del Boeing MQ-25, in coordinamento con il programma F-35, ha condotto il volo di rifornimento il 13 settembre vicino all’aeroporto MidAmerica St. Louis a Mascoutah, nell’Illinois.

“Ogni volo con un altro velivolo di tipo/modello/serie ci avvicina di un passo alla consegna di un MQ-25 completamente compatibile con le missioni alla flotta”, ha affermato il capitano Chad Reed, responsabile del programma PMA-268 della Marina. “L’impareggiabile capacità di rifornimento di Stingray aumenterà la proiezione di potenza della Marina e fornirà flessibilità operativa ai comandanti del gruppo di attacco della portaerei”.

Questo evento ha segnato il terzo volo di rifornimento per il velivolo di prova. Durante il volo di tre ore, un pilota dell’F-35C della Marina dell’Air Test Wing e dello squadrone di valutazione Two Three (VX-23) si è avvicinato al T1, ha eseguito valutazioni di formazione, rilievi di scia e tracciamento dei drogue mentre l’MQ-25 volava a 225 nodi ad una altitudine di 10.000 piedi. Dalla stazione di controllo a terra, un operatore ha quindi avviato il trasferimento di carburante dal T1 all’F-35C.

Una volta operativo, l’MQ-25 rifornirà ogni aereo imbarcato su portaerei. Ogni piattaforma avrà una diversa interazione aerodinamica sulla scia dell’MQ-25. L’esecuzione di missioni di test di rifornimento con vari velivoli consente al programma di analizzare i dati e determinare se sono necessarie modifiche alla guida e al controllo.

All’inizio di questa estate, il programma ha completato missioni di rifornimento senza equipaggio con un F/A-18 Super Hornet e un E-2D Advanced Hawkeye. Ogni piattaforma dell’aereo è aerodinamicamente unica, quindi il modo in cui rispondono è diverso.

Dopo questo volo, T1 entrerà in un periodo di modifica per integrare il sistema di movimentazione del ponte in preparazione di una dimostrazione a bordo della nave questo inverno. Ad oggi, T1 ha condotto 36 voli, fornendo al programma preziose informazioni su aerodinamica, propulsione, guida e controllo in anticipo rispetto alle consegne di velivoli per lo sviluppo di ingegneria e produzione MQ-25. 

L’MQ-25 sarà il primo aereo senza pilota operativo basato su portaerei e fornirà rifornimento aereo critico e capacità di intelligence, sorveglianza e ricognizione per supportare l’Air Wing del futuro, un mix di velivoli di quarta e quinta generazione, piattaforme con e senza equipaggio e sensori e armi con rete. 

Insieme al serbatoio organico, l’MQ-25 aprirà la strada al teaming con e senza equipaggio (MUM-T) di velivoli basati su portaerei che estenderanno il raggio di attacco e miglioreranno la manovrabilità.

Ultime notizie

Il Ministero della Difesa di Oslo ha decretato di ritirare dalla linea operativa tutti i caccia bombardieri Lockheed Martin...
Festa dei Paracadutisti, Sottosegretario Pucciarelli: specialità altamente competente ed affidabile anche nelle situazioni più critiche.“Nell’odierna ricorrenza che segna l’inizio...
23 ottobre 2021: i paracadutisti celebrano oggi il 79° anniversario della battaglia di El AlameinNell’ottobre del 1942,...
La Royal Navy ha testato con successo un nuovo sistema missilistico progettato per proteggere le nuove portaerei britanniche dagli...

Da leggere

L’Olanda invia un C-130 in Mali per sei mesi

Il Governo olandese ha approvato l'invio di un velivolo...