fbpx

Salta la trattativa tra Paesi Bassi e Draken International per sei F-16

Il Ministero della Difesa dei Paesi Bassi ha comunicato ufficialmente che è saltata la trattativa in corso con Draken International, una società privata che fornisce servizi di addestramento e supporto, per la cessione di una mezza dozzina di caccia bombardieri Lockheed Martin F-16A/B MLU già appartenuti alla Koninklijke Luchtmacht.

I Paesi Bassi avevano stipulato accordi con Draken International nel 2021 per la vendita di dodici F-16 ma nel febbraio del 2022 è intervenuta la guerra scatenata dalla Russia nei confronti dell’Ucraina che ha costretto il Ministero della Difesa di Amsterdam a rivedere la questione.

Pertanto, stante la situazione in atto in Europa orientale, è stato proposto a Draken International la vendita di sei F-16 ma in un termine più lungo rispetto a quello preventivato nell’ambito dell’accordo del 2021.

Peraltro, la società privata ha preferito non accettare questo differimento e l’accordo di conseguenza è da considerarsi superato.

Infatti, il Ministero della Difesa di Amsterdam ha comunicato prontamente che i sei F-16, rimasti oggetto di trattativa con Draken International, ora raggiungeranno gli altri 18 velivoli dello stesso tipo che i Paesi Bassi hanno deciso di trasferire, con previo accordo e beneplacito degli Stati Uniti, alla Ucraina come aiuti militari per sostenere lo sforzo bellico dell’Aeronautica di Kiev.

I diciotto che diverranno ventiquattro F-16 olandesi sono attesi in Romania presso la base aerea di Fetești, nel sud del Paese dove sorge il centro di formazione internazionale in cui transiteranno i piloti ucraini per il passaggio alla nuova macchina, prima di essere trasferiti in Ucraina.

Fonte e foto @Ministero della Difesa dei Paesi Bassi

Ultime notizie