sabato, Luglio 24, 2021

Satelliti Airbus per il CNES

-

Airbus ha ottenuto il contratto CO3D (3D Optical Constellation) da parte dell’Agenzia spaziale francese (CNES). Tale contratto riguarda la fornitura di un nuovo modello di superficie digitale (Digital Surface Model – DSM) ad alta risoluzione.

Peraltro, Airbus ha vinto la gara a discapito della proposta avanzata da Thales Alenia Space.

Infatti, il consorzio franco-tedesco-spagnolo-britannico ha presentato una proposta giudicata migliore sotto il profilo tecnico/economico rispetto la soluzione offerta dalla parnership spaziale franco-italiana.

Caratteristiche dei CO3D

Il lancio della costellazione CO3D, composta da quattro identici satelliti da osservazione ottica, è previsto nel 2022. Tale costellazione fornirà ogni giorno immagini ottiche stereo della Terra con una risoluzione pari a 50 cm. Quindi, tutti i dati acquisiti da questi satelliti confluireranno in un sistema di elaborazione digitale ad architettura aperta direttamente gestito da Airbus. Questo sistema integrerà gli algoritmi elaborati dal CNES per lo sviluppo di mappe 3D planetarie ad altissimo grado di accuratezza.

I nuovi satelliti CO3D avranno un peso previsto di circa 300 kg. Unitamente ai quattro satelliti Pléiades Neo, offriranno una velocità di aggiornamento senza precedenti di immagini ad altissima risoluzione a favore del CNES e della Difesa francese.

Tecnologia duale civile-militare

Pertanto, questa costellazione di satelliti da osservazione rappresenta l’ennesimo esempio di tecnologia duale civile-militare. Infatti, con questi satelliti sono soddisfatte contemporaneamente le esigenze della Agenzia Spaziale e del Ministero della Difesa Francese. Ovviamente, questa sinergia porta beneficio al “sistema Paese” anche dal punto di vista economico, evitando un doppio esborso per costituire piattaforme perfettamente sovrapponibili.

Per approfondire https://www.airbus.com/newsroom/press-releases/en/2019/07/airbus-to-develop-co3d-earth-observation-programme-for-cnes.html

 

Articolo precedenteM1A2T Abrams per Taiwan
Articolo successivoWashington chiama, Berlino dice no

Ultime notizie

L'Ufficio federale per le apparecchiature, la tecnologia dell'informazione e l'uso (BAAINBw) della Bundeswehr ha firmato un contratto con Fassmer...
Venerdì 23 luglio, nel piazzale interno del Comando Generale, si è tenuta la cerimonia del passaggio di consegne al...
Il JPALS (Joint Precision Approach and Landing System) è un sistema di avvicinamento ed atterraggio di precisione messo a punto...
La Bundeswehr ha scelto Rheinmetall per la fornitura di moduli di luce laser per le forze armate tedesche. È stato...

Da leggere

Il Regno Unito acquista altri tredici RPAS Protector

È stato firmato un contratto da 195 milioni di...

Approvvigionamento di visori binoculari notturni ad intensificazione di luce per le Forze Speciali della Marina Militare

Nell'ambito delle acquisizioni terrestri per le attività operative delle...