fbpx

Secondo ciclo di prove per la portaerei indiana Vikrant

La portaerei indiana (IAC) “Vikrant” ha salpato le ancore per effettuare per la seconda prova in mare lo scorso 24 ottobre. 

La prima sortita in mare della nave è stata intrapresa con successo il 21 agosto. Durante le prime prove in mare, le prestazioni della nave, inclusi scafo, propulsione principale, PGD e equipaggiamento ausiliario, sono state soddisfacenti. 

L’IAC progettato dal Directorate of Naval Design (DND) della Marina indiana è stata allestita presso il Cochin Shipyard Limited (CSL), un cantiere navale del settore pubblico controllato del Ministero dei porti, della navigazione e delle vie navigabili (MoPS&W). 

La progettazione e la costruzione indigene della portaerei da parte della Marina indiana e del cantiere navale Cochin Ltd. rientra nell’ambito dell’iniziativa ” Make in India ” con oltre il 76% di contenuti indigeni. Ciò ha portato alla crescita delle capacità di progettazione e costruzione indigene, oltre allo sviluppo di un gran numero di industrie ausiliarie, con opportunità di lavoro per oltre 2000 dipendenti CSL e circa 12000 dipendenti nelle industrie ausiliarie. 

Contenuti indigeni per l’approvvigionamento di attrezzature, oltre al lavoro di CSL e dei loro subappaltatori, sono reinvestiti direttamente nell’economia indiana. Circa 550 aziende indiane, tra cui circa 100 MPMI, sono registrate al CSL, che forniscono vari servizi per la costruzione di IAC. 

A suo tempo, Fincantieri ha fornito consulenza per l’architettura del sistema propulsivo e per il sistema di comando e gestione.

Leonardo fornisce il Selex RAN-40L, radar da sorveglianza a lungo raggio ed allarme precoce con tecnologia AESA, nonché 4 cannoni Super Rapido da 76/62 mm.

La nave sta ora procedendo con la seconda  fase di Sea Trials, durante la quale sono in corso prove dettagliate e test di macchinari di propulsione, suite elettriche ed elettroniche, macchinari di coperta, dispositivi di salvataggio e sistemi navali. 

La consegna della nave è prevista nell’aprile 2022 per consentire la messa in servizio della nave entro l’agosto 2022.  

La IAC Vikrant disloca 45.000 tonnellate a pieno carico, ha una lunghezza di 262 metri, larghezza di 62 metri e pescaggio di 8,4 metri. L’unità è dotata di ponte di decollo e una pista di atterraggio con tre cavi di arresto in grado di frenare un aereo STOBAR, Il Gruppo aeromobile imbarcato sarà costituito fino un massimo di ventisei caccia MiG-29K e da 10 elicotteri. La nave è dotata a prora di un accentuato ski jump.

L’apparato propulsivo è basato su quattro turbine a gas General Electric LM 2500 + che forniscono una potenza massima di oltre 80 megawatts (110,000 hp). La velocità massima prevista è pari a 28 nodi con autonomia stimata a 8.000 miglia marine.

Oltre i quattro cannoni Super Rapido da 76/62 mm, a bordo della portaerei sono presenti su 2 sistemi VLS a 32 celle ognuno, per un totale di 64 celle, per missili superficie-aria Barak 8 e 4 CIWS AK-630 da 30 mm per la difesa di punto,

Articolo precedente

Provato con successo dalla DARPA il recupero in volo di un X-61 Gremlin Air Vehicle

Prossimo articolo

Consegnata a Castellammare di Stabia la sezione di prua della prima LSS per la Francia

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie