fbpx

Secondo emendamento al contratto CAMM-ER sottoscritto da OCCAR e MBDA

OCCAR, l’organizzazione congiunta per la cooperazione negli armamenti, ha comunicato di aver sottoscritto con MBDA il secondo emendamento del contratto CAMM-ER (Common Anti-Air Modular Missile – Extended Range) è stato firmato presso la sede dell’OCCAR a Parigi, Francia.

La cerimonia della firma con MBDA è avvenuta presso la sede di OCCAR a Parigi in Francia.

Per OCCAR-EA è stato il Direttore Joachim Sucker a sottoscrivere questa importante modifica contrattuale per conto dell’Italia; per l’industria ha siglato l’accordo l’Amministratore Delegato di MBDA Italia, Giovanni Soccodato.

L’emendamento prevede lo sviluppo e l’implementazione di nuove specifiche tecniche che aumenteranno le capacità operative dei due sistemi basati su CAMM-ER per l’Esercito Italiano e l’Aeronautica Militare ed il loro supporto logistico.

Specificatamente, saranno acquisiti il sistema GRIFO dall’Esercito Italiano ed il MAADS o Modular Advance Anti-Air System dall’Aeronautica Militare; entrambi i sistemi, destinati a sostituire rispettivamente gli Skyguard Aspide e gli Spada, impiegheranno la munizione CAMM-ER.

Il CAMM-ER è in grado di affrontare velivoli da combattimento, elicotteri, uav/uas, missili da crociera ed anti-radiazioni.

Il CAMM-ER rappresenta pertanto la nazionalizzazione della munizione nella sua variante Extended Range, rendendo il sistema d’arma complessivo completamente italiano, garantendo in tal modo l’indipendenza nazionale nel settore Short and Medium Range della Ground Based Air Defence.

In particolare per la variante GRIFO destinata all’Esercito Italiano, sarà presa in considerazione una nuova unità di controllo del tiro con miglioramenti delle capacità di comando e controllo del sistema.

Tali nuove attività di procurement miglioreranno la produzione dei sistemi che OCCAR ha assegnato a MBDA il 28 novembre 2022, per l’Esercito Italiano ed Aeronautica Militare e aumenteranno con il 1° emendamento già firmato nell’ottobre 2023.

Si tratta di un ulteriore sviluppo per la Divisione Programmi FSAF-PAAMS, che segna un ulteriore passo avanti verso il raggiungimento degli obiettivi stabiliti dal Ministero della Difesa Italiano.

Durante il suo intervento, il Direttore dell’OCCAR ha riconosciuto l’alto livello di energia profuso dalla comunità delle parti interessate, con una menzione speciale dei contributi chiave forniti dal Ministero della Difesa Italiano, da OCCAR-EA (Ufficio Centrale e Divisione di Programma FSAF-PAAMS) e MBDA per la buona riuscita del programma,

Fonte e foto @OCCAR

Articolo precedente

Paesi Bassi ed Austria acquistano congiuntamente i C-390 Millenium

Prossimo articolo

Allestito l’ottavo ed ultimo prototipo del Challenger 3

Ultime notizie