sabato, Ottobre 16, 2021

Settantasei IFV M2A2 Bradley ODS per la Croazia

-

Il Dipartimento di Stato Statunitense ha approvato la possibile vendita militare straniera alla Croazia di settantasei IFV M2A2 Bradley ODS (Operation Desert Storm) ristrutturati/ammodernati con relativo supporto e attrezzature correlate per un costo stimato di 757 milioni dollari. La Defense Security Cooperation Agency, DSCA, ha consegnato la certificazione richiesta per notificare al Congresso questa possibile vendita.

Il pacchetto richiesto

Il governo croato ha richiesto di acquistare di settantasei (76) IFV M2A2 Bradley Operation Desert Storm (ODS) ristrutturati/ammodernati con ottantaquattro (84) mitragliatrici M240, mille centotre (1.103) missili TOW 2A Radio Frequency (RF), sedici (16) missili di prova TOW 2A Radio Frequency (RF), cento (100) missili a radiofrequenza (RF) TOW 2B, otto (8) missili di prova TOW 2B Radio Frequency (RF), cinquecento (500) missili TOW Bunker Buster (BB) a radiofrequenza (RF) e otto (8) missili di prova TOW BB.

Sono inclusi anche lanciagranate fumogeni M257, munizioni, radio, simulatore, corazze speciali, tecnologia Hunter/Killer che può includere un Commander’s Independent Viewer (CIV) esportabile, pezzi di ricambio e di riparazione e supporto logistico/addestrativo al programma. Il costo totale stimato del programma è di 757 milioni di dollari.

I principali appaltatori saranno BAE Systems e Raytheon Missile System. Non sono stati proposti accordi di compensazione noti in relazione a questa potenziale vendita.

L’implementazione della vendita proposta richiederà al governo degli Stati Uniti e al personale appaltatore di visitare temporaneamente la Croazia in concomitanza con i requisiti di supervisione e supporto del programma, nonché di fornire supporto alla formazione e alla manutenzione nel paese.

Gli M2A2 Operation Desert Storm

I miglioramenti dell'”Operazione Desert Storm” e dell'”Operation Desert Storm-Engineer” si basarono sulle lezioni apprese durante la prima guerra del Golfo nel 1991. I principali miglioramenti includevano un telemetro laser sicuro per gli occhi (ELRF), un sistema di navigazione tattica (TACNAV) che incorporava il ricevitore GPS leggero di precisione (PLGR) e i digital compass systems (DCS), un dispositivo di contromisura missilistica progettato per sconfiggere i missili guidati da filo di prima generazione, e la Force XXI Battle Command Brigade e below (FBCB2) Battlefield Command Information System.

Lo stivaggio interno è stato ulteriormente migliorato ed è stato aggiunto un sistema di imaging termico per il conducente. La squadra di fanteria è stata portata a sette uomini, sei dei quali siedono uno di fronte l’altro su due panchine da 3 uomini nell’abitacolo, con il settimo fuciliere posto dietro la torretta.

Un riscaldatore MRE è stato aggiunto al veicolo per aiutare nella preparazione del cibo mentre si è sul campo od in zona di guerra.

Ultime notizie

Naval Group ha consegnato alla Marina Argentina il terzo pattugliatore oceanico l'OPV A.R.A. Storni.La nave, come la precedente...
L'U.S. Army Sentinel A4 Program Office ha assegnato un contratto con procedura velocizzata a Lockheed Martin per iniziare la...
Il cantiere navale francese OCEA ha confermato l'ordine da parte della Marina della Nigeria per una seconda unità idrografica.La...
Russia e Cina hanno pesantemente criticato la nuova alleanza tra Stati Uniti, Regno Unito e Australia (AUKUS) affermando che...

Da leggere

In Giappone varato il sottomarino Hakugei

Presso i cantieri navali Kawasaki Heavy Industries di Kobe...

Sistemi lancia nebbiogeni/oscuramento ROSY ad azione rapida per i veicoli logistici della Bundeswehr

La flotta di autocarri a pianale intercambiabile della Bundeswehr...