fbpx

Singapore annuncia un programma di ammodernamento degli AH-64D Apache

In occasione del Singapore Airshow 2024 International Airshow appena concluso, il Capo di Stato Maggiore della Republic of Singapore Air Force (RSAF), il Maggiore Generale (MG) Kelvin Khong Boon Leong, ha annunciato che la sua Forza Armata ha avviato le procedure per un programma di aggiornamento e prolungamento della vita degli elicotteri da combattimento Boeing AH-64D Apache attualmente in dotazione.

L’obiettivo dell’iniziativa della RSAF è far sì che questi elicotteri Apache possano continuare ad essere operativi anche oltre il 2030.

Inizialmente consegnati a Singapore nel 1999 nell’ambito del programma Peace Vanguard, ad oggi sono disponibili venti AH-64D Apache che sono divenuti operativi a partire dal 2001; otto di questi Apache sono dotati del radar di tiro ad onde millimetriche Longbow.

Peraltro, le modalità con cui saranno realizzati i lavori di aggiornamento sono ignote a causa della segretezza che contraddistingue i progetti tecnologici delle Forze Armate di Singapore. Tale decisione solleva più di una perplessità perché è notorio che gli Stati Uniti non protrarranno ancora a lungo il supporto tecnico alle versioni più datate degli elicotteri AH-64, inclusa la prestazione dei servizi di manutenzione esterni forniti ai Paesi alleati e/o clienti attraverso le procedura di vendita militare straniera o Foreign Military Sales. Tuttavia, questa situazione potrebbe spingere Singapore ed anche lo stesso Giappone a portare gli AH-64D Apache in dotazione alla corrente versione AH-64E Guardian Apache, seguendo l’esempio degli Stati Uniti ed in Europa dei Paesi Bassi.

In Asia gli AH-64E Apache sono stati acquistati dall’India, Corea del Sud e Taiwan mentre in Oceania l’Australia ha selezionato ed ha in corso l’immissione in servizio dei Guardian Apache al posto degli Eurocopter (Airbus) Tiger.

Foto @Republic of Singapore Air Force

Latest from Blog

Ultime notizie