fbpx

Singapore richiede agli Stati Uniti kit per munizionamento guidato aria-superficie per attacchi di precisione

Il Dipartimento di Stato di Washington ha deciso di approvare una possibile vendita militare straniera (FMS) al Governo di Singapore di kit di munizioni aria-terra e relative attrezzature e servizi per un costo stimato di 55 milioni di dollari. 

La Defense Security Cooperation Agency (DSCA) ha consegnato la certificazione richiesta notificando al Congresso questa possibile vendita. 

Il Governo di Singapore ha richiesto l’acquisto di cento kit di coda KMU-556 per munizioni ad attacco diretto congiunto (JDAM) GBU-31, novecento kit di coda KMU-572 per JDAM GBU-38 e Laser JDAM GBU-54, duecentocinquanta MAU-169 Computer Control Group per Paveway-II (PWII) GBU-12 da 227 kg, e duecentocinquanta MXU-650 Air Foil Group per Paveway-II (PWII) GBU-12 da 227 kg. 

Nella richiesta sono inclusi anche i set di guida laser DSU-38, Common Munitions Built-In-Test (BIT)/Reprogramming Equipment (CMBRE), parti di ricambio e la fornitura di servizi di addestramento e di supporto tecnico/logistico.

L’appaltatore principale sarà Raytheon Missile and Defense. Si prevede che una parte degli articoli per la difesa provenga dalle dotazioni delle Forze Armate degli Stati Uniti. Non sono noti accordi di compensazione proposti in relazione a questa vendita. 

Foto @USAF

Articolo precedente

Le aziende italiane della Difesa rafforzano la collaborazione con Elefsis Shipyards e la industria greca

Prossimo articolo

In Libano avvicendamento al Comando dell’Italian National Support Element

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultime notizie