fbpx

Sistemi ATC di Leonardo per ottimizzare la gestione dello spazio aereo somalo

LeadInSky, la soluzione completa di Leonardo per la gestione del traffico aereo, è alla base della recente riclassificazione in “Classe A” (controllato ai massimi livelli) dello spazio aereo somalo, noto come Mogadishu Flight Information Region (FIR), una delle vie aeree più trafficate del continente africano.

In particolare, Leonardo, attraverso un contratto ICAO, emesso per conto del Governo Federale della Somalia, ha fornito al Paese il centro di controllo ATC, due sistemi di torre e gli apparati radio per l’interscambio dati voce centro/torre.

L’integrazione della soluzione di Leonardo aumenterà la sicurezza e l’efficienza delle operazioni, grazie alla possibilità di gestire maggiori volumi di traffico, e contribuirà a rafforzare le relazioni tra Italia e Somalia nel potenziamento delle infrastrutture.

Già operativa in importanti hub internazionali, LeadInSky è stata sviluppata per operare negli scenari più complessi, mediante la possibilità di integrare una vasta gamma di prodotti e strumenti che gli permettono di rispondere ai più stringenti requisiti internazionali per le operazioni a terra ed in volo.

Frutto della digitalizzazione di sensori e funzioni, LeadInSky include controllo di terra, verifica delle rotte e funzionalità di analisi e post-processing.

Dall’8 al 10 marzo, LeadInSky sarà in mostra a Ginevra, in occasione di Airspace World 2023, l’appuntamento internazionale dedicato alla gestione del traffico aereo (ATM), dove Leonardo presenta le sue tecnologie già scelte da oltre 100 aeroporti nel mondo.

A Ginevra è in mostra anche il radar a scansione elettronica in Banda C TMMR (Tactical Multi Mission Radar) sviluppato dall’azienda per la detezione ed il tracciamento di piccoli target e droni.

Nel settore uncrewed Leonardo sta sviluppando soluzioni per l’integrazione nello spazio aereo dei sistemi senza pilota (UTM), in linea con le norme europee. Con i suoi sistemi e capacità, Leonardo è infatti protagonista di una serie di programmi per la gestione dei droni nel sistema ATM nazionale.

Inoltre, forte dell’esperienza acquisita con la partecipazione al programma di ricerca europeo SESAR, l’azienda si è aggiudicata 10 nuovi progetti sui temi dell’Intelligenza Artificiale, Advanced Air Mobility (AAM), Communication Navigation and Surveillance, nell’ambito del finanziamento SESAR 3, finalizzato alla realizzazione del “Digital European Sky”, per un futuro sicuro e sostenibile. A guida Leonardo, il progetto FCDI SESAR, che ha l’obiettivo di sviluppare tecnologie abilitanti per lo sviluppo dell’AAM.

Facendo leva sulla sua consolidata esperienza, Leonardo progetta, produce e integra radar primari e secondari, sensori meteo, sistemi di tracciamento e centri di controllo per il traffico commerciale e della Difesa. A questi si aggiungono, sistemi digitali di comunicazione, navigazione, sorveglianza e soluzioni cyber, in grado di garantire continuità operativa in ogni fase di volo e ridurre al contempo l’impatto ambientale, grazie a nuovi fattori abilitanti, quali Intelligenza Artificiale, Big Data Analisys, Machine Learning e Augmented Reality.

Fonte e foto @Leonardo/Press Office-Media Hub

Articolo precedente

Al via il progetto EuroHAPS per la dimostrazione di piattaforme stratosferiche

Prossimo articolo

Abu Dhabi Aviation amplia la sua flotta di AW139 per trasporto offshore con un ordine per ulteriori sei elicotteri

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie