Sottoscritto il contratto per la realizzazione dell’EuroDrone

0
153

Airbus e l’Organizzazione per la cooperazione all’armamento congiunto (OCCAR) hanno firmato il contratto globale Eurodrone, che include lo sviluppo e la produzione di 20 sistemi e 5 anni di supporto iniziale in servizio. Airbus Defence and Space GmbH, leader del settore, ha firmato in rappresentanza dei tre principali subappaltatori (MSC) Airbus Defence and Space SAU in Spagna, Dassault Aviation in Francia e Leonardo SpA in Italia, mentre OCCAR ha firmato per conto delle quattro nazioni di lancio Germania , Francia, Italia e Spagna.

Questa firma dà il via allo sviluppo di uno dei più ambiziosi programmi di difesa europei. Eurodrone è il risultato del lavoro di collaborazione tra l’industria, OCCAR e le nazioni. Fornirà il sistema aereo senza pilota (UAS) più avanzato nel suo segmento, genererà più di 7.000 posti di lavoro ad alta tecnologia nel settore e rafforzerà la sovranità industriale europea, il know-how e la collaborazione tra le nazioni“, ha affermato Mike Schoellhorn, CEO di Airbus Difesa e Spazio.   

Questo contratto segna la determinazione delle nazioni europee e dei partner industriali a raggiungere gli obiettivi politici e ad affrontare le sfide tecnologiche che portano alla sovranità della difesa europea. Programmi innovativi con solide basi tecnologiche chiave garantiranno l’autonomia strategica dell’Europa offrendo nuove alternative all’acquisizione immediata di prodotti non europei. Grazie a una visione condivisa e a un approccio pragmatico, Eurodrone è guidato dalla scelta delle migliori competenze e competenze interne di ciascuna azienda”, ha dichiarato Eric Trappier, Presidente e CEO di Dassault Aviation.

L’annuncio di oggi segna un traguardo importante per le nazioni europee che conferma la determinazione ei risultati raggiunti dai Partner Industriali nell’affrontare le sfide che accompagnano lo sviluppo di un Programma Europeo di Difesa e Sicurezza complesso e strategico. Eurodrone fornirà alle forze armate sistemi operativi sovrani e ad alte prestazioni e rappresenta un elemento chiave dell’industria europea della difesa, nonché un’opportunità unica per mostrare le nostre competenze e capacità tecnologiche elevate derivanti da decenni di collaborazione europea sui programmi militari. Eurodrone contribuirà a sostenere competenze chiave e posti di lavoro in Europa, fornendo alle forze armate le massime prestazioni e sistemi operativi indipendenti per gli anni a venire”, ha affermato Lucio Valerio Cioffi, Direttore Generale di Leonardo.

Eurodrone è un sistema di aeromobili a pilotaggio remoto (RPAS) di media altitudine e lunga durata (MALE) con capacità versatili e adattabili che lo rendono la piattaforma perfetta per missioni di intelligence, acquisizione di obiettivi di sorveglianza e ricognizione (ISTAR) o operazioni di sicurezza nazionale. La sua architettura aperta, parte del progetto a prova di futuro, consentirà la crescita e il riambito delle capacità del sistema che potrebbero essere richieste dalle future esigenze delle forze armate dei clienti.

È il primo MALE progettato fin dall’inizio per soddisfare i requisiti di integrazione nello spazio aereo civile, contribuendo a migliorare l’efficienza come l’uso di traiettorie di volo dirette, senza la necessità di siti di atterraggio di emergenza pre-pianificati, che consente di risparmiare tempo, carburante e, come risultato, emissioni di CO2.

Eurodrone si basa su Digital Design, Manufacturing and Services (DDMS), un nuovo approccio digital first applicato da Airbus al modo in cui i prodotti aerospaziali sono progettati, realizzati e gestiti in tutte le fasi del prodotto. Eurodrone è il primo programma completamente progettato e sviluppato dall’inizio tramite DDMS con un approccio graduale e mira a beneficiare di una migliore pianificazione dell’aggiornamento, una migliore disponibilità operativa e costi del ciclo di vita inferiori.

Fonte ed immagine Airbus

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui