giovedì, Dicembre 1, 2022

Sukhoi Su-35 e missili S-400 al Iran

Teheran e Mosca avrebbero colloqui in atto in stato avanzato relativi la fornitura di caccia bombardieri Sukhoi Su-35, sistemi missilistici di difesa aerea ed antimissile S-400 nonché un satellite per comunicazioni.

Inoltre, Iran e Russia sottoscriveranno nel corso di questo mese un accordo di cooperazione nella sicurezza e difesa di durata ventennale.

L’Iran acquisterà i caccia Sukhoi Su-35 che in origine dovevano essere consegnati al Egitto ma che, a seguito di ripensamenti da parte egiziana, sono rimasti invenduti in Russia.

Il pacchetto dovrebbe comprendere 24 Sukhoi Su-35SK in buona parte già allestiti e pronti per la consegna.

Come nel caso dell’Indonesia anche l’Egitto si è tirato indietro dall’acquisto dei Su-35 per il timore di incorrere nelle sanzioni statunitensi adottabili in base al Countering America’s Adversaries Through Sanctions Act o CAATSA.

Infatti, il CAATSA pone un divieto ai Paesi Alleati o partner degli Stati Uniti di acquistare sistemi d’arma di origine russa; sulla base del CAATSA la Turchia che aveva comprato sistemi missilistici S-400 è stata pesantemente sanzionata con l’esclusione dal programma F-35 Joint Strike Fighter di cui era partner industriale ed operativo.

C’ è da dire che, nonostante le proteste statunitensi, le Nazioni Unite hanno tolto l’embargo alla fornitura di armi all’Iran.

Foto  Rob Schleiffert via social network

CORRELATI

POTREBBE INTERESSARTI