fbpx

Taglio della lamiera per il primo sottomarino francese lanciamissili di terza generazione

Naval Group ha comunicato che il taglio della lamiera per dil primo SSBN francese di terza generazione è avvenuto presso il cantiere navale di Cherbourg. Tale gesto simbolico segna l’inizio della produzione dello scafo di questi sottomarini che garantiranno la deterrenza nucleare della Francia fino alla fine del XXI secolo.

Tra i sistemi più complessi, gli SSBN sono i pilastri della forza oceanica strategica francese (FOST) e garantiscono che la deterrenza nucleare rimanga costante.

Lanciato nel febbraio 2021, il programma SNLE 3G per la Marine Nationale riunisce le Forze Armate, l’Agenzia francese per gli appalti della difesa (Direction Générale de l’Armement – DGA), responsabile della gestione complessiva del progetto, la Commissione francese per l’energia atomica (CEA ) e Naval Group che è responsabile della gestione complessiva del progetto dei sottomarini a propulsione nucleare, in associazione con TechnicAtome per i reattori.

Il primo contratto successivo del programma, assegnato nel febbraio 2021, copre studi di sviluppo fino alla fine del 2025, nonché approvvigionamenti con tempi di consegna lunghi, produzione dei primi componenti dello scafo e del locale reattore per il primo SSBN 3G e adattamento della produzione di Naval Group risorse alle esigenze specifiche degli SSBN 3G.

La produzione dei componenti principali del locale reattore e del sistema di propulsione, in particolare dello scafo per il primo SNLE 3G, è già iniziata presso lo stabilimento di Nantes-Indret di Naval Group.

Rispetto ai loro predecessori, gli SSBN 3G presenteranno una serie di importanti progressi tecnologici, che forniranno alla Marine Nationale capacità operative superiori. Questi sottomarini saranno:

  • estremamente discreti;
  • dotati di capacità di rilevamento estesa, con sensori del più alto livello tecnologico;
  • caratterizzati da una maggiore azione furtiva, inclusa una migliore idrodinamica ed una maggiore manovrabilità;
  • dotato di armi e sistemi di combattimento ad alte prestazioni, in grado di svolgere missioni di deterrenza fino alla fine degli anni ’80 del presente secolo;
  • in grado di garantire i massimi livelli di sicurezza nucleare;
  • adattati ai più recenti standard di vita dei marinai a bordo, grazie in particolare ad un nuovo impianto di ritrattamento dell’atmosfera della nave.

Inoltre, gli attuali SSBN francesi (SNLE 2G) beneficeranno di alcune di queste innovazioni, senza attendere l’arrivo dei quattro SSBN 3G, per garantire le migliori prestazioni possibili durante tutta la loro vita operativa fino agli anni 2050. Di questa modernizzazione andrà a beneficio l’intera flotta SSBN francese.

Fonte ed immagine @Naval Group

Latest from Blog

M-346FA alla Nigeria

L’Aeroanutica della Nigeria (Nigerian Air Force o NAF) ha confermato ufficialmente che riceverà 24 caccia bombardieri leggeri/addestratori avanzati M-346FA prodotti da Leonardo…

Ultime notizie