fbpx
A T-7A Red Hawk sits in a frozen McKinley Climatic Lab chamber Jan. 22, 2024 at Eglin Air Force Base, Florida. The Air Force’s newest training aircraft experienced temperature extremes from 110 to minus 25 degrees Fahrenheit as well as heavy humidity during the month of testing. The tests evaluate how the aircraft, its instrumentation and electronics fared under the extreme conditions it will face in the operational Air Force. (U.S. Air Force photo by Samuel King Jr.)

Testi climatici estremi sul T-7A Red Hawk

Un T-7A Red Hawk, il nuovo aereo da addestramento dell’aeronautica militare, ha completato una campagnia di prove dalla durata complessiva di un mese in condizioni meteorologiche estreme all’interno del McKinley Climatic Laboratory, il 23 febbraio. 

L’aereo della Boeing ha sopportato temperature reali che vanno da 43°C gradi a meno -32°C come nonché condizioni di forte umidità all’interno della camera di prova di 55.000 piedi quadrati del laboratorio.

L’obiettivo di questi test durissimi era verificare l’operatività del velivolo in qualsiasi ambiente operativo.

“Dobbiamo sapere che il T-7A può operare nelle condizioni ambientali che incontrerà nelle basi di addestramento dei piloti in tutto il paese”, ha affermato il dottor Troy Hoeger, capo tester dello sviluppo del T-7 presso l’ Air Force Lifecycle Management Center.

A T-7A Red Hawk sits in a frozen McKinley Climatic Lab chamber Jan. 22, 2024 at Eglin Air Force Base, Florida. The Air Force’s newest training aircraft experienced temperature extremes from 110 to minus 25 degrees Fahrenheit as well as heavy humidity during the month of testing. The tests evaluate how the aircraft, its instrumentation and electronics fared under the extreme conditions it will face in the operational Air Force. (U.S. Air Force photo by Samuel King Jr.)

Una volta che i tecnici di laboratorio hanno creato gli ambienti estremi, gli equipaggi della Boeing e dell’Air Force hanno eseguito operazioni sul motore per valutare le reazioni dell’aereo in tali scenari.

Una parte significativa del programma di test è stata dedicata alla preparazione della camera per le condizioni estreme. I professionisti del laboratorio McKinley creano, scompongono e ricreano nuovamente ogni nuovo ambiente di test. I tecnici hanno lavorato continuamente per passare da una condizione di deserto surriscaldato di 43° gradi a un freddo polare sotto lo zero in pochi giorni.

Il McKinley Climatic Laboratory mantiene rapidità e competenza tecnica grazie al proprio personale di saldatori, macchinisti, elettricisti, esperti di strumentazione, personale di assemblaggio di prova e operatori di refrigerazione di grande esperienza”, ha affermato Melissa Tate, capo di volo del laboratorio. “La nostra missione principale è supportare i combattenti e garantire qualsiasi ambiente incontrino sul campo; la loro attrezzatura è già stata testata in questi casi estremi.” 

Con ogni nuovo velivolo o attrezzatura, gli equipaggi del laboratorio si adattano e talvolta trovano nuovi modi per supportare i requisiti specifici che possono sorgere. Il T-7 non era diverso. Secondo Tate, i team di manutenzione e logistica hanno assicurato che tutto funzionasse perfettamente.
 
“Il T-7A sostituirà il T-38C Talon , migliorerà drasticamente l’addestramento per la prossima generazione di piloti di caccia e bombardieri e preparerà meglio gli studenti piloti ad avanzare negli aerei da caccia e bombardieri di quarta e quinta generazione”, ha affermato Hoeger. 

Articolo precedente

MQ-9 Reaper dei Paesi Bassi in Romania per missione NATO

Prossimo articolo

Nuovo simulatore di volo per la Força Aérea Brasileira

Latest from Blog

Ultime notizie