Thales Alenia Space apre la strada ai futuri sistemi di navigazione satellitare

0
159

Thales Alenia Space, joint venture tra Thales (67%) e Leonardo (33%), ha annunciato di essersi aggiudicata un contratto dall’Agenzia Spaziale Francese CNES per lo sviluppo di un SBAS DFMC (Dual Frequency Multi Constellations) prototipo nell’ambito della prossima generazione di SBAS, come EGNOS, il sistema di navigazione satellitare europeo.

Questo prototipo integrerà sia i sistemi GPS che Galileo sfruttando i segnali trasmessi a più frequenze per prestazioni migliori in particolare dedicate alla navigazione e all’atterraggio dell’aviazione, ma anche a qualsiasi applicazione che richieda un’informazione di posizionamento altamente affidabile e altamente accurata.

Una volta sviluppato, questo prototipo sarà distribuito e testato in modalità operativa in condizioni reali utilizzando un satellite geostazionario. Le prestazioni saranno analizzate in dettaglio secondo criteri standard internazionali quali accuratezza, disponibilità, continuità e integrità del servizio.

Con questo prototipo, Thales Alenia Space continuerà a sviluppare soluzioni DFMC per i propri clienti. Una volta implementato, sarebbe la prima volta nella storia del sistema di navigazione satellitare europeo che un segnale SBAS DFMC viene emesso in Europa e Africa e siamo orgogliosi di consentirlo”, ha affermato Benoit Broudy Vice President, Navigation Business di Thales Alenia Space.”

Questo contratto consentirà al CNES e all’industria di preparare la valutazione delle prestazioni del DFMC in un contesto rappresentativo e lo sviluppo di futuri ricevitori; apre la strada all’industria francese per proporre nuove soluzioni e mantenere un livello di conoscenza molto elevato nel settore necessario per le esigenze europee o per l’esportazione a livello internazionale“, ha affermato Jean-Pierre Diris, capo del dipartimento delle telecomunicazioni e progetti di navigazione al CNES.

Il servizio di sicurezza della vita DFMC è una futura evoluzione di SBAS, non solo perché consentirà il pieno utilizzo di Galileo a beneficio dell’aviazione civile, ma anche perché consentirà di aumentare il guadagno di prestazioni nella modellizzazione della ionosfera e di migliorare il controllo degli errori di posizione Con questo contratto, il CNES continuerà a supportare l’industria, e Thales Alenia Space in particolare, per sviluppare e dimostrare le capacità del DFMC” ha aggiunto Jean Marechal, responsabile del programma di navigazione e localizzazione del CNES.

Informazioni su THALES ALENIA SPACE

Basandosi su oltre 40 anni di esperienza e una combinazione unica di competenze, competenze e culture, Thales Alenia Space offre soluzioni convenienti per telecomunicazioni, navigazione, osservazione della Terra, gestione ambientale, esplorazione, scienza e infrastrutture orbitali. Sia i governi che l’industria privata contano su Thales Alenia Space per progettare sistemi satellitari che forniscono connessioni e posizionamento sempre e ovunque, monitorano il nostro pianeta, migliorano la gestione delle sue risorse ed esplorano il nostro sistema solare e oltre. Thales Alenia Space vede lo spazio come un nuovo orizzonte, che aiuta a costruire una vita migliore e più sostenibile sulla Terra. Una joint venture tra Thales (67%) e Leonardo (33%), Thales Alenia Space si unisce anche a Telespazio per formare la Space Alliance delle società madri, che offre una gamma completa di servizi. Thales Alenia Space ha registrato un fatturato consolidato di circa 1.850 miliardi di euro nel 2020 e conta circa 7.700 dipendenti in 10 paesi con 17 siti in Europa e uno stabilimento negli Stati Uniti.

Fonte e foto Thales Alenia Space

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui