fbpx

Thales Alenia Space svilupperà per conto della ASI il sottosistema di comunicazioni per la missione International Mars Ice Mapper

L’azienda svilupperà un’antenna innovativa per lo spazio profondo per connettere le infrastrutture fisse o mobili su Marte con la Terra, in grado di trasmettere immagini radar acquisite e dati scientifici

Thales Alenia Space, una joint venture tra Thales (67%) e Leonardo (33%), ha firmato un contratto con l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) per sviluppare il sottosistema di comunicazioni per l’innovativa missione International Mars Ice Mapper (I-MIM). Questo contratto relativo la Fase B1, del valore complessivo di circa 22 milioni di euro, fa seguito alla precedente aggiudicazione della Fase A a Thales Alenia Space nel 2021 che è stata completata con successo nel 2022.

I-MIM è una missione in collaborazione tra l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), la Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA), l’Agenzia Spaziale Canadese (CSA) e la NASA per sviluppare un orbiter su Marte, con l’obiettivo di identificare e misurare l’estensione ed il volume di ghiaccio d’acqua nelle regioni a media e bassa latitudine di Marte, dove è possibile pianificare le prime potenziali missioni umane sulla superficie del pianeta.

A tal fine Thales Alenia Space sarà responsabile del sistema di comunicazione multiutente della missione e svilupperà anche l’innovativa antenna Large Deployable Reflector (LDR) che consentirà all’orbiter di stabilire comunicazioni ad alta velocità con le stazioni di terra sia in banda Ka che in banda X. La stessa antenna servirà lo strumento SAR operante in banda L. Thales Alenia Space costruirà un modello dimostrativo dell’LDR da sei metri di apertura al termine della fase di due anni. È inoltre previsto lo studio di un carico utile complementare, basato su un nuovo radar con sonda VHF per misurare la profondità del profilo del ghiaccio per supportare e integrare i dati SAR.

Thales Alenia Space vanta una lunga esperienza nella progettazione, assemblaggio, test ed integrazione di grandi antenne per missioni di esplorazione dello spazio profondo come Cassini-Huygens, che ha esplorato Saturno e la sua luna Titano, e Bepi Colombo, attualmente in viaggio verso Mercurio.

La decisione di ASI di affidarci lo sviluppo di questo innovativo sistema di comunicazione conferma la lunga e riconosciuta esperienza della nostra azienda nella produzione di satelliti e tecnologie radar per le comunicazioni e l’osservazione della Terra”, ha affermato Massimo Comparini, Deputy CEO e Senior Executive Vice President, Observation, Esplorazione e navigazione presso Thales Alenia Space. “Con questa grande antenna, Thales Alenia Space sta sviluppando tecnologie abilitanti per le sfide future nell’osservazione della Terra, nell’osservazione planetaria e nei sistemi di comunicazione, nonché per i sistemi istituzionali e commerciali. Inoltre, la nostra partecipazione alla missione internazionale Mars Ice Mapper ci aprirà la strada per svolgere un ruolo primario nelle comunicazioni Terra-Marte, un passo fondamentale nella preparazione per le future missioni umane”.

Fonte Thales Alenia Space

Immagine @NASA

Articolo precedente

Il satellite EUTELSAT 36D costruito da Airbus spedito negli Stati Uniti per il lancio a bordo di un BelugaST

Prossimo articolo

General Atomics fornirà carichi utili per il programma Tranche 2 Tracking Layer

Latest from Blog

Ultime notizie