Trattative tra la Repubblica Ceca ed Israele per l’acquisto di UAV HERON

0
94

Il Ministero della Difesa di Praga avvierà presto le trattative con il Governo Israeliano (accordo G2G) per l’acquisizione di tre velivoli a pilotaggio remoto HERON 1 (UAV classe MALE o Medium Altitude Long Endurance), compresi tutti gli accessori costituiti da stazioni di controllo a terra, terminali dati, container per il trasporto e altro materiale. 

L’acquisizione di questi velivoli si basa sull’ACR Capability Building Concept, che identifica queste macchine come fondamentali per condurre ricognizioni aeree e svolgere altri compiti per il supporto diretto al combattimento e la protezione delle unità ACR.

L’accordo tra i Governi crea anche le condizioni per acquisire esperienza nell’uso dell’equipaggiamento militare da parte delle Forze Armate della Repubblica Ceca, compresa la verifica dei parametri tecnici e militari, l’esperienza di addestramento e il dispiegamento in combattimento. Ciò contribuirà a ridurre i costi di esercizio e manutenzione nel periodo successivo all’acquisto.

Il Ministero della Difesa prevede che il contratto sarà stipulato con Israel Aerospace Industries (IAI) entro la fine dell’anno corrente.

L’Heron vanta una delle più alte classifiche al mondo in termini di sicurezza e affidabilità del volo ed è in grado di operare in condizioni meteorologiche estreme.

Inoltre, ha un motore all’avanguardia, concesso in licenza e collaudato, e raggiunge un’altitudine massima di volo di 24.000 piedi, una velocità di 120 nodi e trasporta un carico utile di 180 chilogrammi. Questo UAV può trasportare contemporaneamente diversi carichi utili ed è dotato dei migliori sensori IAI.

L’Heron soddisfa gli standard e i regolamenti accettati a livello mondiale ed i requisiti della STANAG 4671 della NATO.

Foto Israel Aerospace Industries (IAI)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui