fbpx

Trattative tra Polonia e Stati Uniti per gli F-15EX

La Polonia ha in corso il programma di ammodernamento della sua prima linea di velivoli da combattimento, oggi incentrata su 48 F-16C/D Block 52 Jastrząb, ed una quarantina tra MiG-29M Fulcrum e Sukhoi Su-22M Fitter obsoleti di epoca sovietica.

Il principale programma riguarda l’acquisto di 32 Lockheed Martin F-35A Lightning II il cui primo esemplare dovrebbe essere consegnato entro la fine di quest’anno od agli inizio del 2025.

Il secondo programma in corso è quello relativo il Korea Aerospace Industries (KAI) che prevede l’acquisto diretto (già completato) di 12 FA-50 Block 10 Golden Eagle allestiti in Corea del Sud che saranno seguiti da 36 FA-50PL Block 20 esemplari costruiti in Polonia e con equipaggiamenti migliorati che saranno successivamente trasferiti anche ai primi dodici Block 10 in occasione del loro aggiornamento.

Ma Varsavia non intende fermarsi qui; infatti ha avviato da tempo studi per dotarsi di un caccia da superiorità aerea per un massimo di due squadroni (32 velivoli); i maggiori candidati ad aggiudicarsi questa importante commessa sembrano essere l’Eurofighter Typhoon ed il Boeing F-15EX.

Condicio sine qua non dell’assegnazione della commessa da parte del Governo di Varsavia è il coinvolgimento pieno e sostanziale dell’industria polacca al programma di costruzione dei velivoli.

Le trattative in corso tra Stati Uniti e Polonia vertono sul ruolo che l’industria polacca potrebbe ricoprire nel ambito del programma F-15EX, con la possibile partecipazione delle industrie di Varsavia alla produzione di parti dei velivoli destinati all’USAF e ad altri clienti internazionali.

Il mercato interno statunitense e le prospettive internazionali

Al momento, l’F-15EX è sotto contratto con l’USAF per altri quarantotto esemplari (Lotti 2-4), dopo i prototipi ed i primi velivoli di pre-serie o rappresentativi della produzione del Lotto 1.

Boeing è in trattativa con il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti (US DoD) per avviare l’acquisto dei materiali di lungo periodo destinati alla produzione dei Lotti 5 e 6.

La produzione prevista per l’USAF dovrebbe attestarsi sui 104 esemplari, ma è probabile che il numero dei velivoli alla fine adottati per le esigenze dell’ANG salirà.

A livello internazionale, l’F-15EX è stato selezionato da Israele che dovrebbe acquistarne 25 esemplari e dall’Indonesia che ha un requisito per un massimo di 48 Eagle II.

Foto @Boeing/USAF

Ultime notizie