UAS turchi Bayraktar TB2 consegnati al Niger

0
158

La Turchia avrebbe consegnato al Niger sei sistemi a pilotaggio remoto Bayraktar TB2 nelle passate settimane.

Nel corso del 2021 Ankara e Niamey hanno siglato un accordo di cooperazione militare che prevede l’acquisto da parte del Paese africano di velivoli d’addestramento/attacco leggero Hürkuş-C, UAS e mezzi blindati.

Il Bayraktar TB2 è un UAS sviluppato dalla impresa turca Baykar Technologies per far fronte alle esigenze delle Forze armate turche e fa parte della categoria degli UAV MALE o Medium Altitude Long Endurance.

E’ un velivolo a pilotaggio remoto destinato ad eseguire missioni di ricognizione, targeting e attacco. Ha una capacità di carico pari a 150 kg, velocità massima di 220 km/h, velocità di crociera di 130 km/h, autonomia di 27 ore ed ha una quota di tangenza di 8.200 metri.

Il TB2 può essere armato con mini bombe a guida laser MAM-C e MAM-L, missili anticarro a lungo raggio L- UMTAS e razzi Cirit da 70 mm di Rocketsan o con sistemi occidentali APKWS da 70 mm a guida laser.

Questo UAS è dotato di un sistema di guida GPS e suite EO/IR/LD o, in alternativa, un radar multifunzione AESA ed ha un motore con potenza di 100 hp, con capacità di carburante pari a 300 litri di benzina.

Baykar Real Time Imagery Transmission System (BGAM) fornisce la trasmissione di immagini in tempo reale e soluzioni di elaborazione, consente il monitoraggio di trasmissioni in diretta ad alta risoluzione e senza ritardi da più utenti contemporaneamente.

La Baykar Mobile Ground Control Station (Mobile GCS) assicura il controllo remoto della piattaforma Bayraktar TB2 dalle basi di decollo, lontano dai centri di comando centrali. 

Le potenti antenne di comunicazione del Mobile GCS ampliano la portata della missione, consentendo agli UAV Bayraktar TB2 di decollare e atterrare da/verso le loro posizioni attuali.

Il TB2 è stato impiegato in missioni operative reali in Siria, Libia, Nagorno Karabakh ed attualmente dalle Forze Armate Ucraine nella guerra in corso con la Russia.

Tale UAS è stato acquistato in 24 esemplari dalla Polonia ed ha suscito l’interesse di molti Paesi, tra cui Lattonia e Slovacchia, grazie alle buone prestazioni offerte nel corso delle operazioni eseguite in Medio Oriente, Nord Africa ed ora Europa orientale.

Foto Baykar Technologies

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui