martedì, Gennaio 31, 2023

Ultimo atterraggio per l’A400M MSN4

Dopo oltre 2.000 ore di volo, 1.000 voli e diverse missioni completate il prototipo “Grizzly 4” MSN4 dell’A400M Atlas ha effettuato il suo ultimo atterraggio a Bremen.

Una carriera lunga vent’anni a servizio del programma Atlas di Airbus dove è stato impiegato per campagne di test di aviolancio, volo a bassa quota e rifornimento in volo.

Il Comandante Ignacio Lombo, Chief Test Pilot a Airbus Defence and Space, ha affermato: “mi ricorderò di Grizzly 4 come una bestia forte e robusta. Abbiamo raggiunto con lui limiti di velocità, Mach, altitudine e fattori di carico ‘G’ che gli hanno quasi tolto la livrea”.

César González, Flight Test Engineer incaricato dello sviluppo e della certificazione dei test di volo delle capacità AAR, ha sottolineato: “MSN4 è stato il nostro cavallo di battaglia per il rifornimento aereo, in quanto è stato quello in cui abbiamo testato le capacità di ricevere combustibile da tanker come l’A330 Voyager ed il C160 Transall. Come aerorifornitore, abbiamo utilizzato MSN4 per sviluppare e certificare il rifornimento da pod di F-18, il rifornimento Hose Drum Unit con F-18 e A400M, i Cargo Hold Tanks (CHT) e, più recentemente, le capacità di rifornimento verso elicotteri con H225M Caracal”

Airbus A400M mentre rifornisce due F-18 spagnoli

È proprio la capacità di rifornimento in volo che è venuta in mente a Lombo quando gli è stato chiesto della sua esperienza più impegnativa con l’MSN4 come pilota. “Se dovessi scegliere, direi che il rifornimento in volo come “ricevitore” è stato il più impegnativo. C’è stato molto lavoro dietro lo sviluppo di questa capacità. Attraverso diversi passaggi, siamo arrivati ​​alle leggi sul controllo del volo per svolgere il ruolo di ricevitore in modo semplice rispetto ad altre piattaforme. Come pilota, è stato fantastico volare su diverse leggi di controllo del volo e, passo dopo passo, siamo riusciti a raggiungere la perfetta manovrabilità del velivolo”.

L’MSN4 è stato determinante per lo sviluppo e la certificazione per il lancio di merci e paracadute – queste sono capacità chiave per gli operatori di A400M oggi – in quanto è stato progettato in modo tale che la stiva fosse completamente utilizzabile per operazioni aeree di trasporto carico o serbatoi di carburante aggiuntivi (CHT). 

“Ricordo con affetto i primi giorni dei test di aviolancio in cui siamo passati da singoli carichi per gravità fino a lanciare 25 tonnellate di carichi in una sequenza”, ha ricordato Simon Nicastro, A400M Flight & Integration Test Program Manager di Airbus.

Foto di gruppo a Bremen con l’A400M MSN04

Tuttavia, Lombo ha sottolineato che non è stata sempre una passeggiata: “Durante questo percorso abbiamo anche affrontato alcune difficoltà, ma lavorando in squadra le abbiamo superate tutte fino a raggiungere la certificazione e la qualificazione di tutte le capacità che i nostri clienti hanno ritenuto necessarie. Siamo davvero orgogliosi di vedere l’A400M utilizzato dai nostri clienti in operazioni reali in tutto il mondo”, ha affermato Lombo. 

Più di 100 aeromobili A400M sono presenti oggi in 8 paesi diversi e, come parte dello sforzo di Airbus per un’aviazione militare più sostenibile, l’MSN4 è stato anche il primo aereo dell’unità Military Air Systems a eseguire un primo volo dimostrativo con carburante per aviazione sostenibile (SAF) la scorsa estate.

Atterraggio a Brema

A400M MSN4

L’MSN4 è ora tornato a casa a Brema, dove nasce ogni A400M, con le “cicatrici” di tutte le battaglie che ha contribuito a vincere durante la sua straordinaria carriera. “Conserverò sempre nella mia memoria quest’ultimo volo. In qualità di Comandante, parlo a nome del team dietro il nostro caro amico Grizzly 4, e vogliamo ringraziare questo velivolo per i bei momenti che abbiamo trascorso insieme”, ha detto Gagneux. 

González ha condiviso l’emozione: “Non posso fare a meno di pensare che Grizzly 4 sia il mio prototipo, il mio bambino. Mi sento un po’ triste, ma anche orgoglioso del lavoro che abbiamo realizzato insieme al team. Godspeed, amico! È ora che ti riposi dopo un viaggio entusiasmante!”. 

Il team che ora dà il benvenuto all’MSN4 a Brema è entusiasta dei prossimi mesi. “Siamo felici di riavere l’MSN4 a casa dopo tutti questi anni e tutto ciò che ha contribuito a realizzare per lo sviluppo dell’A400M. È in buone mani qui, dove lo prepareremo per il suo prossimo capitolo”, ha affermato Marc Steckling, responsabile del sito di Brema di Airbus Defence and Space.

Dennis Neumann, responsabile del programma industriale dell’A400M a Brema, e attualmente alla guida del progetto per il futuro dell’MSN4, ha fornito alcuni suggerimenti sui piani futuri del velivolo. “Questo progetto colpisce il cuore di tutti noi qui nel sito di Brema”, ha affermato. “Prima di essere collocato nella sua posizione finale vicino all’aeroporto di Brema, dove lo vedranno tutti coloro che atterrano a Brema, riceverà una nuova mano di vernice e sarà configurato per ospitare riunioni di gruppo e workshop, oltre a far parte del sito ufficiale guidato tour”. 

Fonte: Airbus

CORRELATI

POTREBBE INTERESSARTI