fbpx

Un MiG-29 polacco spara ad un altro MiG-29 polacco

L’Aeronautica Polacca è al centro di un incredibile incidente che, per fortuna, non ha causato perdite tra i piloti coinvolti.

Un paio di MiG-29 decollati dalla 22. Base aerea tattica di Malbork avrebbero dovuto esercitarsi sul poligono di Nadarzyce.

Per cause tutte da accertare, uno dei due MiG-29 avrebbe aperto il fuoco con il cannone Gsh da 30 mm colpendo il velivolo sezionario, al termine di una manovra evidentemente errata.

Entrambi i velivoli sono riusciti a rientrare alla base; il velivolo colpito è apparso gravemente danneggiato dalla raffica di colpi da 30 mm ricevuti.

Allo stato attuale, non è ancora dato sapere se il velivolo potrà essere recuperato e riportato in linea di volo o sarà smantellato per trarne parti di rispetto per gli altri MiG-29 ancora in linea con l’Aeronautica Polacca.

La Commissione d’inchiesta prontamente nominata dovrà accertare i fatti, ricostruire l’incredibile dinamica che ha portato uno dei piloti ad aprire fuoco addosso al collega e verificare se siano state rispettate le condizioni di sicurezza e se vi siano state lacune di addestramento.

L’Aeronautica Polacca ha immesso in linea nel corso del tempo una cinquantina di MiG-29. I primi 10 MiG-29A furono ricevuti dall’allora Unione Sovietica tra il 1989 ed il 1990 poco prima dello smantellamento del Patto di Varsavia. Successivamente, la Repubblica Ceca trasferì altri 10 MiG-29A alla Polonia che nel 2005, infine, ricevette dalla Germania altri 27 MiG-29G (versione aggiornata in Germania dopo la riunificazione). Buona parte di questi velivoli è stata portata allo standard MiG-29M per rispondere ai requisiti NATO. Alla fine del 2018 risultavano in servizio poco meno di 30 MiG-29M tra monoposto e biposto da conversione operativa.

Articolo precedente

Possibili ritardi per il nuovo Air Force One

Prossimo articolo

Nuovi radar Lanza 3D per la sorveglianza aerea spagnola

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie