fbpx
A U.S. Army Terminal High Altitude Area Defense launching station sits at the ready in Israel, March 4, 2019.The deployment of a THAAD System to Israel is an exercise involving U.S. Army, U.S. Air Force and Israeli forces, under the Dynamic Force Employment concept. The exercise builds readiness and interoperability in the region, demonstrates the U.S. capability to rapidly deploy air defense assets globally, and demonstrates U.S. Army Europe's mission to deter potential adversaries and support allies. (U.S. Air Force photo by Staff Sgt. Cory D. Payne)

USA, richiesti quasi 15 miliardi di dollari per affrontare le minacce missilistiche

John D. Hill, vice assistente segretario alla difesa per lo spazio e la difesa missilistica ha spiegato alla Strategic Forces Subcommittee dell’House Armed Services Committee lo stato attuale delle minacce missilistiche e ha specificato le contromisure che il Dipartimento della Difesa deve adottare per mitigarle.

Nell’ultimo anno, la Cina ha continuato a sviluppare, testare e mettere in campo sistemi missilistici avanzati di tutte le classi e distanze. Ha anche lanciato missili balistici in tentativi infruttuosi di intimidire e dimostrare la capacità di unire con forza con Taiwan, ha affermato John D. Hill.

A U.S. Army Terminal High Altitude Area Defense launching station sits at the ready in Israel, March 4, 2019. The deployment of a THAAD System to Israel is an exercise involving U.S. Army, U.S. Air Force and Israeli forces, under the Dynamic Force Employment concept. The exercise builds readiness and interoperability in the region, demonstrates the U.S. capability to rapidly deploy air defense assets globally, and demonstrates U.S. Army Europe’s mission to deter potential adversaries and support allies. (U.S. Air Force photo by Staff Sgt. Cory D. Payne)

La Russia ha lanciato migliaia di attacchi missilistici in Ucraina per terrorizzare il popolo ucraino e degradare la capacità bellica dell’Ucraina, ha affermato.

L’Iran ha lanciato attacchi missilistici contro gli stati vicini e ha fornito razzi e sistemi aerei senza equipaggio ad attori non statali, che a loro volta li usano per prendere di mira le forze e i partner statunitensi, ha affermato Hill.

La Corea del Nord ha messo in mostra una serie di sistemi missilistici, tra cui 11 missili balistici intercontinentali, e ha condotto un altro test ICBM proprio la scorsa settimana, ha sottolineato Hill.

Per stare al passo con la minaccia della Corea del Nord, il dipartimento sta apportando miglioramenti al suo sistema di difesa a terra come parte di un approccio globale alla sconfitta dei missili, ha affermato.

“La difesa missilistica è un elemento notevole del nostro sostegno di 35 miliardi di dollari all’Ucraina dopo l’ulteriore invasione della Russia lo scorso anno. L’Ucraina resiste oggi come nazione sovrana e libera in gran parte perché ha fatto della difesa aerea e missilistica le massime priorità mentre ha sfruttato l’ampia assistenza del Stati Uniti, i nostri alleati della NATO e molti altri”, ha detto Hill.

“I missili sono diventati fondamentali per il modo di fare la guerra dei nostri avversari e la difesa missilistica è diventata fondamentale per la deterrenza integrata e la difesa della nazione.” ha detto.

Hill ha dettagliato la richiesta di spesa:

  • 3,3 miliardi di dollari per migliorare la difesa intermedia a terra, inclusi 2,2 miliardi di dollari per il Next Generation Interceptor.
  • 1,5 miliardi di dollari per la difesa di Guam, un aumento di oltre $ 600 milioni rispetto alla richiesta dello scorso anno.
  • 64 milioni di dollari per migliorare la difesa delle Hawaii attraverso investimenti nella sorveglianza aerea e altre capacità.
  • 423 milioni di dollari per continuare a installare radar oltre l’orizzonte (OTH).
  • 5 miliardi di dollari per modernizzare le capacità spaziali con nuovi avvisi missilistici, tracciamento missilistico e architetture a infrarossi di nuova generazione.
  • 259 milioni di dollari per sensori di difesa missilistica ipersonica e sviluppo dell’intercettore a fase di planata.
  • 2,2 miliardi di dollari per gli intercettori Standard Missile 3, Terminal High Altitude Area Defense e Patriot PAC-3.
  • 1,5 miliardi di dollari per contrastare le minacce missilistiche di livello inferiore.
  • 308 milioni di dollari per lo sviluppo di armi ad energia diretta, laser.
Articolo precedente

Il missile AIM-120D-3 è prossimo ad essere distribuito alle Forze Armate statunitensi

Prossimo articolo

GE Aerospace e Lockheed Martin per l’avionica dell’F-35

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie