mercoledì, Gennaio 19, 2022

VBCOAP 155 mm SR per l’Esercito brasiliano, requisiti in uscita il prossimo mese

-

Dall’approvazione della linea guida per l’avvio del progetto dell’obice semovente su ruote da 155 mm (VBCOAP 155 mm SR) e dalla creazione del team per realizzare lo studio di fattibilità del progetto (EB20-D-04.005), pubblicato nell’ordinanza Nº 427-EME/C Ex, Tecnologia & Defesa ha seguito da vicino il suo operato, soprattutto alla fine del 2020, e, secondo fonti dell’Alto Comando dell’esercito brasiliano (EB), la consultazione pubblica (“richiesta di informazione” – RFI) con l’obiettivo di sondare il mercato nazionale ed internazionale, sulla capacità di approvvigionamento di tale sistema d’arma, dovrebbe svolgersi il prossimo febbraio.

Il progetto VBCOAP 155 mm SR mira a ottenere un totale di 36 unità di questo sistema di artiglieria, con la capacità di ingaggiare bersagli in modo rapido, efficace e sistematico a distanze fino a 40 chilometri, per equipaggiare da due a tre gruppi di artiglieria. Brigata Meccanizzata.

Si prevede che questo progetto susciterà l’interesse di diverse aziende in tutto il mondo, come è successo con la VBC Cav, ma due di loro hanno già preso l’iniziativa nel presentare i propri prodotti alla Forza, compreso il personale militare brasiliano in visita nei paesi in cui sono prodotti alla ricerca di parametri per la RFI: Elbit Systems in Israele e Nexter Group in Francia.

Elbit ha il sistema ATMOS (Autonomous Truck Mounted Howitzer System) , che è già in servizio in nove paesi, con le Filippine che ne hanno ricevuto il primo la scorsa settimana.. Si tratta di un sistema moderno, dotato di un pezzo d’artiglieria Soltam, con un tubo di calibri 33, 39, 45 o 52 e che può essere installato su più piattaforme, essendo già stato installato su camion 6X6 MAN e Tatra T815-7 e 8X8 KamAZ -6350 e Rheinmetall RMMV HX81, che garantisce grande flessibilità progettuale. Uno dei suoi vantaggi sarebbe che l’integrazione di questo sistema, nella piattaforma scelta da EB, potrebbe essere fatta in Brasile, dalla società Ares Aeroespacial e Defesa, con i suoi sistemi embedded di AEL Sistemas, entrambi appartenenti al Gruppo Elbit, che garantirebbe supporto logistico nel nostro Paese e trasferimento tecnologico.

Nexter ha il sistema CAESAR ( CAmion Équipé d’un Système d’ARtillerie ), il principale sistema di artiglieria a tubo dell’esercito francese e in funzione, o ordinato, da altri otto paesi, l’ultimo ad annunciare è stata la Repubblica Ceca . È equipaggiato con un obice da 155 mm e calibri 52, e già operante su piattaforme Sherpa 5 e 6A 6X6 e Tatra T815-7 8X8.

La versione 6X6 di entrambi i modelli, a seconda della piattaforma scelta, può essere trasportata da aerei C-130 Hercules o KC-390 Millennium.

Un altro modello che potrebbe riapparire è il 155mm/52 AP SR Tupã Artillery System, di Avibras Aeroespacial, che nel 2014, durante la fiera Eurosatory francese, ha annunciato una partnership con Nexter per adattare il sistema CAESAR nei veicoli della famiglia Astros MK6, con Tatra T815 -7 Chassis 6X6, sfruttando anche l’intera struttura di comando e controllo (C2) e meteorologica del Sistema Astros 2020, standardizzando la flotta di Artiglieria. Questo programma aveva anche un accordo tra l’azienda, il Centro Tecnologico dell’Esercito (CTEx) e il Dipartimento di Scienza e Tecnologia (DCT) per il suo sviluppo, ma diversi problemi all’epoca ne hanno causato l’annullamento, tuttavia questo progetto può tornare e forse con un altro sistema d’arma.

Sempre all’interno del concetto di indipendenza logistica e trasferimento tecnologico alle aziende nazionali, un punto che dovrebbe essere incluso in questo progetto sarà che l’accordo di compensazione per l’acquisizione del VBC OAP 155 mm SR dovrebbe prevedere il trasferimento di tecnologia e la produzione di munizioni da parte di Brasile, oltre alla sua integrazione con il sistema Genesis di IMBEL . Il fatto è che, se questo progetto diventa realtà, diverse aziende nazionali dovrebbero trarne vantaggio.

Non essendoci un budget per l’acquisizione di questo sistema d’arma nel 2022, è molto probabile che il progetto si estenda almeno fino al prossimo anno per la firma del contratto con la società selezionata.

Paulo Roberto Bastos Jr.http://tecnodefesa.com.br
Paulo Roberto Bastos Jr. è un ingegnere dell'automazione e ricercatore militare, specialista in veicoli blindati e forze meccanizzate dell'America Latina e dei Caraibi. Da giugno 2020 collabora con Ares Osservatorio Difesa.

Ultime notizie

La Royal Australian Air Force (RAAF) ha ricevuto la prima testata BLU-111 (AUS) B/B prodotta in Australia per le Guided...
La fregata FREMM Carlo Margottini della Marina Militare ha eseguito manovre navali insieme alle unità della Sesta Flotta dell'U.S....
Il Lockheed Martin Sikorsky-Boeing SB>1 DEFIANT ha completato con successo i voli di prova del profilo di missione FLRAA...
Le rotte seguite dagli aerei in Europa stanno diventando di giorno in giorno sempre più interessanti da analizzare.A causa...

Da leggere

L’IRIS-T SLM è stato sottoposto con successo a diversi lanci di prova in condizioni operative realistiche

Verso la fine dell'anno 2021, Diehl Defence ha stabilito...

Nave spia per la Turkish Intelligence Organization

La National Intelligence Organization (MIT) della Turchia ha ricevuto...