fbpx

Venti lanciarazzi multipli HIMARS per l’Australia

Il Dipartimento di Stato di Washington ha deciso di approvare una possibile vendita militare straniera (FMS) al Governo Australiano di lanciarazzi HIMARS e relative attrezzature per un costo stimato di 385 milioni di dollari. 

La Defense Security Cooperation Agency ha consegnato la certificazione richiesta, notificando al Congresso questa possibile vendita. 

Il Governo Australiano ha richiesto l’acquisto di venti sistemi missilistici di artiglieria ad alta mobilità M142 (HIMARS); trenta M30A2 Guided Multiple Launch Rocket Systems (GMLRS); trenta pod Alternative Warhead (AW) con sistemi di propulsione di munizioni insensibili (IMPS); trenta capsule altamente esplosive M31A2 GMLRS Unitary (GMLRS-U) con IMPS; trenta pod XM403 Extended Range (ER)-GMLRS AW; trenta (30) razzi unitari EM404 ER GMLRS e dieci M57 Army Tactical Missile System (ATACMS). 

Sono inclusi anche i razzi per esercitazioni a portata ridotta (RRPRP);il  sistema di interfono veicolare (AN/VIC-3) a 3 stazioni; supporti per comunicazioni radio; supporti per mitragliatrici; kit di integrazione per veicoli con sistemi di gestione della battaglia; protezioni per le ruote; laptop rinforzati; pubblicazioni di attrezzature per la formazione; pezzi di ricambio e di riparazione; attrezzature di supporto; strumentazione varia; apparecchiature di prova; dati tecnici; supporto del Governo degli Stati Uniti e degli appaltatori; servizi di supporto tecnico e logistico ed altri elementi correlati al programma nonché al supporto logistico. 

I principali appaltatori saranno Lockheed Martin Inc, Chelton (Regno Unito) e L3 Harris Corporation. L’acquirente in genere richiede compensazioni e qualsiasi accordo relativo sarà definito nelle trattative tra l’acquirente e il/i contraente/i.

L’attuazione di questa proposta di vendita richiederà l’assegnazione di due rappresentanti del Governo degli Stati Uniti e cinque rappresentanti degli appaltatori statunitensi in Australia per un periodo di un anno. 

Fonte Defence Security Cooperation Agency (DSCA)

Foto U.S. Army

Articolo precedente

In Libano incremento del controllo dall’aria con gli elicotteri della Task Force ITALAIR

Prossimo articolo

Missili AIM-9X per i Paesi Bassi

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultime notizie