sabato, Ottobre 23, 2021

Versione a controllo remoto dei TOS-1A “Solntsepek”

-

L’impianto di costruzione di macchine per il trasporto di Omsk (Omsktransmash, parte dell’azienda Uralvagonzavod della società statale Rostec) sta lavorando per dotare il lanciarazzi pesante (per i Russi lanciafiamme pesante) TOS-1A “Solntsepek” di sistema di comando e controllo remotizzato.

Il TOS-1A “Solntsepek” impiega razzi non guidati di calibro 220 mm dotati di una testata termobarica od incendiaria per bombardare la fanteria nemica e distruggere l’equipaggiamento militare e le fortificazioni con un’esplosione volumetrica (nel caso di impiego di testata termobarica).

Attualmente, il TOS-1A, montato su uno scafo del carro armato T-72, non ha un contraltare in Occidente neppure a livello dottrinario, dove si fa ricorso al MLRS dotato di razzi a guida di precisione con testata ad alto esplosivo od a sistemi di lanciarazzi di calibro minore per razzi esplosivi non guidati.

Sul TOS-1A Sono montati 24 razzi da 220 mm che pesano 217 kg; la gittata secondo alcune fonti sarebbe superiore ai 10 km; generalmente è accreditata una portata non superiore i 6 km.

Ultime notizie

Il Ministero della Difesa di Oslo ha decretato di ritirare dalla linea operativa tutti i caccia bombardieri Lockheed Martin...
Festa dei Paracadutisti, Sottosegretario Pucciarelli: specialità altamente competente ed affidabile anche nelle situazioni più critiche.“Nell’odierna ricorrenza che segna l’inizio...
23 ottobre 2021: i paracadutisti celebrano oggi il 79° anniversario della battaglia di El AlameinNell’ottobre del 1942,...
La Royal Navy ha testato con successo un nuovo sistema missilistico progettato per proteggere le nuove portaerei britanniche dagli...

Da leggere