Viaggio di 7.115 km per la Nomad dell’US Navy, 98% in “automatico”

0
349

La nave a controllo autonomo “Nomad”, parte della “Ghost Fleet” dell’US Navy, ha completato un viaggio lungo 7.115 chilometri di cui il 98% si è svolto in completa autonomia.

L’itinerario ha avuto origine dalla Costa del Golfo fino alla California passando per il Canale di Panama.

L’unità è stata controllata manualmente solamente nel tratto di passaggio del Canale di Panama dove è ovviamente richiesta la supervisione di personale addestrato.

La “Nomad” è il secondo Unmanned Surface Vessel (USV) impiegato dalla US Navy come banco di prova per lo sviluppo di navi autonome in grado di navigare per migliaia di chilometri senza l’intervento umano e che in futuro saranno armate a supporto di unità maggiori o gruppi di battaglia.

Il primo USV, Ranger, aveva completato un itinerario simile nel 2020.

Il programma Ghost Fleet Overlord si trova attualmente nella seconda fase, inaugurata a settembre 2019, che si concentra sull’integrazione di sistemi di comando e controllo, sensori e l’esecuzione di operazioni navali sempre più complesse.

Questa fase dovrebbe concludersi ad inizio 2022 quando i due USV transiteranno ufficialmente nella US Navy per continuare la sperimentazione.

Sono in costruzione due ulteriori USV che verranno impiegati per velocizzare la fase di sperimentazione e test.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui